Le vacanze sono finite

Come tornare a lavoro….senza piangere sulla scrivania…!

Quattro consigli!

 

Le vacanze sono finite!

Addio adorato mare, addio sole...spiagge bianche e ombrelloni ciao, ci rivediamo tra un annetto…

Si ritorna in ufficio, alle faccende domestiche, alla routine quotidiana.

Nelle ultime due settimane, se sei stato fortunato, sei stato catapultato in una sorta di stato di ibernazione. Una bolla nella quale hai vissuto contornato da amici e parenti, cibo a volontà, feste e chi più ne ha più ne metta.

Allora, cerchiamo di capire come tornare alla scrivania o sui cari banchi di scuola alla grande!

Primo passo, INIZIA CON CALMA! Prenditi il tempo per riorganizzare le prime giornate di lavoro. Riprendi il lavoro tralasciato durante le vacanze e fallo nel modo più consono al momento del ritorno. Allo stesso tempo però stai attento a non sfruttare il periodo post vacanze come una scusa per non fare nulla. Sì, inizia con calma, evita di sovraffaticarti e riempire l’agenda quasi per recuperare le ore “perse” durante le vacanze. Ma allo stesso tempo non utilizzarlo come giustificazione a ciò che non ti va di fare e che anche prima delle vacanze hai evitato di fare.

Secondo passo, CONCENTRATI SU CIO' CHE TI HA MOTIVATO a scegliere questo lavoro. Agli aspetti positivi del lavoro, alle nuove aspettative per i prossimi mesi, ai tuoi obiettivi e alle novità del nuovo anno lavorativo! Concentrati a 360 gradi sul nuovo anno e sui cambiamenti che vorresti appaortarvi.

Il terzo passo è ACCETTARE LO STATO D'ANIMO in cui ci troviamo.

Ebbene si, questo è il momento in cui si torna alla routine, e sì, siamo tristi. Il nostro lavoro magari ci piace anche, ma stiamo comunque salutando da lontano ricordi felici di vacanze ormai terminate.

Che questo sia condiviso dalla gran parte delle persone lo hanno dimostrato alcuni ricercatori che hanno addirittura rintracciato alcuni sintomi fisiologici che si verrebbero a presentare per le successive due settimane di ritorno al lavoro. Dai risultati dello studio risultano infatti rilvanti problematiche che si sperimentano soprattutto a livello del ciclo sonno-veglia. Questo viene soprannominto “Social Jet lag” che sta ad indicare quanto il nostro fisico si sia sconnesso dai precedenti orari routinari e stesse come vivendo un vero e proprio jetlag. I sintomi sperimentati sono sensazioni di indolenzimento, difficoltà a dormire, difficoltà digestive, perdita di appetito, difficoltà di concentrazione, affaticabilità e problemi di memoria.

Quarto passo, la giornata non è solamente occupata dal lavoro. Concentrati non solo sugli aspetti lavorativi ma anche sui tuoi HOBBY, su ciò che ti piace fare al fuori del lavoro!

Non hai hobby? Altri interessi? Forse è arrivato il momento di trovarli! Che ne pensi?

Sport? Gite? Giardinaggio? Un corso di pittura? Lingue? Quello che vuoi! Sei tornato alla tua vita, la vacanza è una parentesi nella routine. Una fantastica parentesi! Ma è importante trovare ciò che ci piace anche nelle normali giornate quotidiane. Quindi se ancora un hobby non lo hai trovato, prenditi del tempo per trovarlo!


Traduzioni e Commenti Dott.ssa Sara Martinelli