Accendi il narcisista che è in me

“ACCENDI IL NARCISISTA CHE E’ IN ME”

QUALI SONO I SEGNALI CHE ATTIVANO GLI ASPETTI NARCISISTICI DI OGNUNO DI NOI?

   Vi è un’abbondanza di persone che puoi velocemente riconoscere come narcisisti.

La grandiosità del narcisista lo porta a ricercare costantemente attenzioni su se stesso anche a spese degli altri. Si sentono autorizzati a ricevere un trattamento speciale e si innervosiscono molto nel momento in cui ciò non accade. La vulnerabilità del narcisista lo porta ad avere la necessità di continue rassicurazioni. Tali insicurezze però non vengono espresse apertamente e questo incrementa le difficoltà nel comprenderli. Sono dunque soggetti che tendono a sfruttare l’altro e sentirsi in diritto di particolari privilegi.

Cosa conosciamo però delle persone i cui aspetti narcisistici vengono espressi solo in minima parte?

Le nuove ricerche riguardanti le persone con alto livello di narcisismo forniscono diversi spunti su come individuare quei soggetti che detengono, anche se in minima parte tendenze narcisistiche.

La psicologia generalmente concettualizza il narcisismo come un tratto con cui si nasce, si vive e si muore, spendendo la maggior parte della propria vita a ricercare continue attenzioni.

M. Giacomin e C. Jordan della Wilfrid Laurier University, Waterloo Ontario, hanno esaminato gli aspetti che caratterizzano le tendenze narcisistiche, così come appaiono giorno per giorno.

Dopo aver osservato le considerevoli variazioni nei punteggi narcisistici nei soggetti testati in un periodo di 10 giorni, sono state definite quelle che sono le situazioni che amplificano o riducono le tendenze narcisiste.

Dai risultati emerge che se si è esposti alla sofferenza di un’altra persona, e vi sono alti livelli di narcisismo, si registrano maggiori capacità empatiche.

Giacomin e Jordan credevano che uno dei fattori determinanti per le variazioni degli aspetti narcisistici fossero le sensazioni di benessere.

Le variazioni nei livelli di narcisismo darebbero vita a due possibili condizioni: in determinati giorni potrebbero avere sensazioni di benessere, associati ad alti livelli di autostima, ed essere in grado di riconoscere la propria grandiosità; in altri, a causa di un abbassamento del tono dell’umore potrebbero invece incappare nel vero nucleo narcisista.

Usando un campione di studenti, i ricercatori hanno valutato le oscillazioni giornaliere nelle caratteristiche narcisistiche e nella percezione di benessere, somministrando una scala sul narcisismo per un periodo di 14 giorni. Agli studenti veniva chiesto di valutare i loro tratti narcisisti e la loro percezione della propria autostima, la soddisfazione riguardo la propria vita e i loro affetti. Come riscontrato nei precedenti studi, vi era un 25% di variazione nei punteggi narcisisti. Come da previsione, i partecipanti con alti livelli nei punteggi relativi ai tratti narcisisti si sentivano maggiormente soddisfatti della vita in generale.

Contrariamente alle aspettative però, nei giorni in cui i soggetti avevano alti punteggi nel narcisismo presentavano alti punteggi anche negli affetti negativi e in particolare nelle emozioni di rabbia.

Gli autori hanno dunque concluso che i soggetti narcisisti sono maggiormente aggressivi e ostili quando la visione positiva di se stessi è minacciata. In altre parole se le persone sentono forti i tratti narcisistici, anziché sentirsi bene, diventano più facilmente offendibili e più impulsivi.

Un altro aspetto importante riscontrato in tale studio è stato che nei giorni in cui i soggetti avevano alti punteggi narcisistici, non percepivano un’alta stima di se stessi anche se riferivano di sentirmi meglio in generale. Questo è possibile in quanto le variazioni giornaliere negli aspetti narcisistici sono maggiormente influenzate dalle emozioni percepite piuttosto che dalla percezione della propria autostima.

Rabbia, senso di colpa e paura risultano essere indicatori della necessità di proteggere se stessi da insulti o offese. Questi rendono le persone maggiormente soggette a atteggiamenti arroganti o manipolativi.

Da tale studio si può dunque comprendere come anche coloro che non hanno alti punteggi negli aspetti di personalità caratteristici del Narcisista, tendono ad amplificare o attenuare i loro tratti narcisisti in modo direttamente proporzionale a ciò che giornalmente vivono nei vari ambiti della propria vita.

Non basta dunque supporre che una volta definito un soggetto narcisista in un determinato momento della propria vita, questo lo sia per sempre.

 

Andiamo a vedere come si possono tradurre tali informazioni nelle seguenti sei situazioni che fanno sì che tali tratti narcisistici vengano espressi dagli individui:

  1. Si sentono offesi quando vengono trattati male.

Gli studi canadesi suggeriscono che quando le persone hanno aspetti narcisistici, sono maggiormente sensibili alle offese e alle critiche. Se inavvertitamente insulti o critichi qualcuno, qualcuno con alti livelli di narcisismo, molto probabilmente la prenderà molto male…

  1. Si infastidiscono senza una ragione comprensibile.

La rabbia che le persone con alti livelli narcisistici sperimentano può essere espressa nella modalità in cui percepiscono le altre persone. Non è ben chiaro il motivo, ma potreste essere visti come veri e propri nemici, senza alcuna ragione evidente.

  1. Non pensano che le stesse regole che valgono per gli altri debbano essere applicate anche per loro.

Spesso queste persone non riescono a rispettare le regole che caratterizzano determinati contesti come il posto di lavoro, specifiche relazioni, ecc. Risulta difficile aprire un dialogo su questo argomento perché sono soliti evitare il confronto e il cambiamento. Mettono in atto questo atteggiamento tramite piccole azioni tese a sottolineare che loro sono al di sopra degli altri e che dunque a loro non spetta il rispetto delle stesse regole.

  1. Non sono facilmente “addomesticabili”.

Quando le persone pensano di essere al di sopra degli altri risulta difficile dargli dei compiti o guidarli verso un cambiamento. In qualche modo, sembra che non possano imparare a riconoscere, e di conseguenza cambiare, l’opinione di ciò che ritengono giusto. Potrebbero costantemente chiederti di guidarli ma senza poi seguire i tuoi consigli.

  1. Cambiano gli orari e gli appuntamenti senza alcuna ragione.

Accade ad esempio che tu venga avvisato all’ultimo momento che la persona con cui avevi un appuntamento non verrà. Chiedendo una spiegazione a questo comportamento permetterai alla persona di esprimere il proprio narcisismo.

  1. Comunicare “AL MAIUSCOLO”.

Le persone con un alto narcisismo potrebbero richiedere la tua attenzione nell’immediato. Questo perché ritengono sia urgente. Se ti trovi in una conversazione, ad esempio per messaggi o email, puoi percepirlo nel momento in cui inizieranno a scrivere il maiuscolo e con tutta una serie di punti esclamativi.

E’ indubbiamente difficile lavorare o vivere con un narcisista. Riconoscere i fattori che portano il soggetto ad esprimere tali tratti gioca un ruolo importante nell’aumentare o nello smorzare le tendenze narcisistiche. Queste sei situazioni attivanti i tratti narcisisti possono aiutarti non solo nell’individuare tali situazioni come tali ma anche nel supportare “il narcisista” ad essere più empatico e tollerante.